Bio. Chi sono.

Sono nata a Treviso nel periodo d’oro dei Rolling Stones e dei Led Zeppelin. Sono cresciuta come appassionata lettrice del Corriere dei Ragazzi, quando vantava dei geni del fumetto come Hugo Pratt e Sergio Toppi; ero affascinata dalla resa sintetica delle immagini, in cui le ombre e i contrasti chiaroscurali diventano protagonisti di uno spazio fluido e dinamico; ero anche affascinata dalle storie, in cui i personaggi si trovano a vivere avventure fantastiche in contesti storici precisi e riconoscibili, in una sorta di “letteratura dipinta”.

home-foto-gio-3
bio-ritratti-2

Agli inizi del 2000, conquistata dalla bellezza enigmatica dei ritratti della celebre pittrice polacca Tamara de Lempicka, ho iniziato a proporre ai miei clienti di personalizzare la loro casa ritraendoli nello spazio da loro abitato, così da risultare presenti, come in un finto specchio, anche se assenti.

Con questo obiettivo, ho affinato la mia tecnica pittorica di rappresentazione ad olio, utilizzando un numero esiguo di colori, con toni luminosi e decisi contrasti cromatici. Come “elemento d’arredo”, il colore prevalente è abbinato a quello dello spazio in cui sarà collocato.

bio-paesaggi-2

PAESAGGI METROPOLITANI, ovvero “Lo spirito dei luoghi”

Ultimamente, oltre ai ritratti di persone ho realizzato anche “ritratti” di auto e moto, ambientati in diversi contesti urbani, e il nuovo tema dei paesaggi metropolitani, all’interno dei quali sono riconoscibili alcuni noti personaggi del mondo della musica o dello spettacolo.

I luoghi non sono semplici porzioni di spazio, in cui si svolgono le azioni dell’uomo; sono l’eco del passaggio dei secoli, nelle stratificazioni della storia umana. Come le persone, anche i luoghi ci accolgono o ci respingono, facendoci sentire abitanti o stranieri.

Dopo gli studi classici e la laurea in architettura a Venezia, mi sono occupata di arredamenti d’interni; lavorando anche per privati mi sono trovata spesso con l’esigenza di rendere più “caldo” lo spazio progettato, pensando anche alle pareti libere e spoglie come ad un’opportunità di espressione.

Con questo obiettivo, ho affinato la mia tecnica pittorica di rappresentazione ad olio, utilizzando un numero esiguo di colori, con toni luminosi e decisi contrasti cromatici. Come “elemento d’arredo”, il colore prevalente è abbinato a quello dello spazio in cui sarà collocato.

IL CINEMA RÉTRO, ovvero “Lo spirito di un’epoca”

Con la mia figlia più grande condivido la passione per la musica e soprattutto per il cinema d’autore. Assieme guardiamo film vintage da noi collezionati, da Hitchcock a Wyler a Fellini, e più recenti come quelli di Tim Burton e Wes Anderson. Ci piace riconoscere, nelle scelta dei personaggi, costumi e ambientazioni, lo spirito di un’epoca; nella caratterizzazione psicologica dei protagonisti, la costante presenza dell’ironia, della capacità di sorridere delle proprie disavventure. Proprio da qui nasce il mio interesse per il filone pittorico del Cinema.

Liberamente ispirata alle dimensioni misteriose ed iperrealistiche dell’artista scozzese Jack Vettriano, il dipinto diventa la scena di una narrazione; protagonista è una coppia hollywoodiana, ripresa nell’attimo incantato di un’azione o di un dialogo.  Ai margini della superficie pittorica vengono sovrapposti pensieri della letteratura che assumono nel contesto del dipinto una nuova, inedita interpretazione. Con la forza dell’immaginazione si ricostruisce il contesto, la scena diventa il luogo ideale delle azioni umane dove tutto può succedere. 

Uso la tela per dare voce a ciò che è stato dimenticato dalla logica commerciale del cinema contemporaneo, ma che resta ancora impresso nell’inconscio nostalgico della memoria collettiva. È l’omaggio ad un’epoca, dagli anni ’40 agli anni ‘70, in cui valevano principi e ideali, eleganza e mistero.

wisdom-listens

In questa serie, ispirata alla poetica della pop art e mediata dal fascino futurista per la velocità e la macchina, auto e moto diventano interpreti del mondo, raccontando la nostra contemporaneità nel loro silenzio sospeso ed astratto.

Studio

Viale Vittorio Veneto, 35
31100 - Treviso